mercoledì 12 ottobre 2011



Per un mondo più pulito



Inquiniamo anche a stare fermi nel divano a schaicciare qualche pulsante... un blog un semplice blog come questo può produrre fio a 3,6 Kg di CO2 l'anno... incredibile... per questo ADERISCO ( mi suona familiare eh?) all'inizativa ! Per ogni adesione piantano un splendida quercia.. che annulla l'impatto inquinante che il nostro oziare di fronte ad un monitor illuminato produce, immaginiamo una bella quercia con i suo rami imponenti.. che libera ossigeno e si nutre consumando i nostri scarti.. mi piace l'idea! Se volete maggiori informazioni andate a vedere qui! Per un modno un po' più pulito!

martedì 11 ottobre 2011

Peperoni in parmigiana







In questa estate prolungata all'infinito... ancora non riesco a cucinare cavoli&co e quindi attingo da quegli ingredienti estivi che ancora non mancano ... questo piatto non proprio leggero è sublime... e la sera quando la tempertura cala e ci vuole qualcosa che riscaldi.. va benissimo!!



Non so se la ricetta che abbiamo mangiato qualche tempo fa in val d'Orcia è proprio questa ma a me sembra che il risultato sia comunque del tutto soddisfacente!:-)



4 peperoni gialli e rossi e verdi
olio extravergine di oliva
1 mozzarella da 200 gr
parmigiano
capperi due cucchiai
parmigiano grattugiato 5 cucchiai



Dopo aver eliminato picciolo e semi dai peperoni tagliarli a listarelle e farli cucocre in una pentola con 3 cuchiai di olio sale e pepe per una ventina di minuti coperti.

Disporli in una pirofila a strati con la mozzarella tagliata a cubetti, i capperi, il parmigiano e l'origano fino ad esaurire gli ingredienti. Spolverare con il pan grattato un filo d'olio e il parmigiano.

Infornare a 180° per un quarto d'ora circa.

sabato 8 ottobre 2011

Crostata alle susine rosse e menta


Questa ricetta è incredibilmente buona, un dolce che mi ha stregato che con il suo intenso profumo e la sua forma così perfetta. La ricetta viene da un giornale che adoro ma non posso mai comprare... che per vie strane e complicate a volte sbuca a casa mia, quando al ritorno dalla Francia qualcuno si ricorda di portarmelo.. e sfogliandolo vedere quella favolosa impaginatura e le proposte di abbonamento.. mi fanno sempre dire vai ora dai ci provo mi abbono.. e poi delusione trovare la scritta : exclusivement rèservèe a la France mètropolitaine...uffa c'è qualcuno che si è riuscito ad abbonare lo stesso??? c'è un modo?? se così fosse potrei smettere di asfissiare chiunque varchi il confine d'oltralpe..


tornando alla torta perfetta questa la ricetta:

per la pasta

250 gr di farina 00
125 gr di burro morbido
40 di zucchero (io ne ho messo un po' di più)
1 uovo
2 cucchiai di latte

per la crema

1 uovo
40 gr di farina di mandorle
40 gr di burro fuso
20gr di zucchero

per la frutta

500 gr di susine
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di zucchero di canna
10 foglioline di menta

Preparare la frolla disponendo la farina a fontana e aggiungendo al centro lo zucchero l'uovo il burro e il latte impastare bene e lasciarla riposare in frigo per un'oretta.

Preparare la crema con il burro fuso l'uovo sbattuto lo zucchero e le mandorle. Tagliare le susine a fettine e lasciarle insaporire con lo zucchero di canna la menta e la cannella.

Stendere la pasta e disporre sopra la crema e le susine con la menta . Infornare per una mezz'oretta a 180°.

lunedì 26 settembre 2011

Melanzane mon amour!






Credo che le melanzane siano uno dei miei piatti preferiti :-) e questa versione accompagna da anni il periodo estivo.. infatti non c'è nulla di più semplice e si conservano in frigo anche per una settimana se ben ricoperte dall'olio. Le preparo e in qualche modo sono un ottimo allunga-cena... quel contorno in più che in frigo fa sempre comodo!


dose settimanale :-) abbondante!

3 melanzane scure
sale grosso
olio extravergine di oliva
aceto di mele
prezzemolo
magiorana
peperoncino fresco
aglio


Tagliare le melanzane a fette e disporle a strati su un colapasta alternate da strati di sale grosso in modo da eliminare la componente amara lasciare riposare per 2 ore circa. Scaldare il forno a 200 ° C e dopo aver accuratamente risciacquato dal sale le fette disporle su una teglia ricoperta con carta da forno. Dopo circa 10 minuti girarle dall'altro lato. e lasciarle altri 5 minuti.



Far soffriggere il peperoncino e l'aglio schiacciato nell'olio circa 8 cucchiai lasciare andare per un minuto e aggiungere 6 cucchiai di aceto di mele lasciare svaporare e spegnere la fiamma.



Disporre a strati le melanzane l'olio con l'aglio e le erbette aromatiche tagliate finemente .

martedì 23 agosto 2011

Insalata tiepida di bulgur







Appena tornata dalle ferie estive... ancora con la voglia di sole mare e quella leggerezza che solo la vacanza sa dare.. e invece dobbiamo ritornare alla relatà del quotidiano.. ma con un pizzico di gioia che le belle persone incontrate in questi giorni ci hanno trasmesso..


Questa ricetta mi riporta prorio ad un pranzo a Nizza in un ristorante all'angolo uno che sfornava piatti etnici un po' orientali e ci ha servito dell'ottimo bulgur piccante e ben accompagnato da erbette profumate.


Il mio è una versione più semplice preparata con quello che c'era ina casa al ritorno :-) adatta anche ai bimbi, che hanno gradito spazzolando via tutto..


200 gr di bulgur
500 ml di acqua bollente
4 carote
8 pomodori perini
1 confezione di olive verdi snocciolate
1 mazzetto di basilico magiorana timo
sale e pepe
1 filo d'olio.



Mettere in bulgur in una casseruola aggiungere l'acqua bollente e salare. Far cuocere per una decina di minuti a fuoco medio coperto in modo da far prosciugare l'acqua.


Nel frattempo pelare le carote e passarle alla grattugia , lavare i pomodorini sminuzzarli, lavare le erbette e triturarle.


Togliere dal fuoco il bulgur disporlo su un piatto largo e lascarlo intiepidire. Irrorare con un filo d'olio e condirlo con le verdure le erbette e le olive. Servire tiepido opppure freddo.




sabato 18 giugno 2011

Fiori di zucca ripieni




Sembra che l'estate sia arrivata in tempo .. ci siamo quasi tra tre giorni solstizio d'estate e come per magia sono iniziate le cene fuori nel terrazzo.. cibi freschi e leggeri... colori vivaci e tanta voglia di mare... anche se ancora c'è qualche settimana da attendere qua si è già iniziato a fare il conto alla rovescia.. l'eccitazione alle stelle!!
Anche se d'estate fa fatica accendere il forno... qua ancora ce lo possiamo permettere.. e questi fiori ripieni ripagheranno sicuramente il gesto!

venti di fiori di zucca freschi
1 patata media
20 gr di ricotta di pecora fresca
1 manciate di parmigiano
una puntina di aglio grattugiato
un mazzetto di erbe aromatiche (timo maggiorana prezzemolo)
olio eva
sale e pepe


Lavare i fiori e privarli del pistillo interno, nel frattempo lessare la patata intera e schiacciarla finemente. Una volta intiepidita unirla alla ricotta l'aglio il formaggio le erbette il sale e il pepe. Riempire ciascun fiore con il composto preparato, disporli in una placa da forno irrorare con olio di oliva e cuocere a 180° per un quarto d'ora circa.
Servire sia caldi che freddi con un ottimo prosecco :-)

domenica 5 giugno 2011

Referendum, SI grazie





Tra una settimana siamo chiamati a esprimere il nostro parere..
per una volta che possiamo ... faciamolo con orgoglio!! Per il futuro, per non essere sempre quelli che non si ineressano, per dimostrare che il popolo Italiano è capace di pensare per dimostrare che siamo un popolo unito! Andiamo a votare!

martedì 29 marzo 2011

Salsa cremosa al pomodoro Quando si cucina si cerca sempre qalcosa di particolare un dettaglio un ricordo... questo condimento per la pasta ha evocato in me qualcosa di strano .. può sembrare banalissimo in fin dei conti è una salsa al pomodoro... eppure non so ma la prima volta che l'ho assaggiata giuro che sono rimasta colpita. La ricetta non è mia (a Cesare quello che è di Cesare) ma di mio marito... e quindi a lui il merito! 600 gr di passata di pomodoro 1/4 di cipolla sale peperoncino in polvere 1 cucchiaio di philadelphia 2 cucchiai di olio 3 foglie di salvia Rosolare la cipolla tagliata sottile nell'olio assieme alla salvia e ad una spolverata di peperoncino, aggiungere il pomodoro e lasciare restringere per una quarto d'ora circa. Regolare di sale e prima di saltare la pasta aggiungere un cucchiaio di philadelphia. (il sugo deve rimanere rosso e non rosato). Cuocere la pasta e saltarla con il condimento aggiungendo grana padano a piacere

domenica 27 marzo 2011

Quiche di primavera Non sono un'amante della pasta sfoglia.. almeno di quella industriale.. ma a volte mi capita comunque di averla in casa.. perchè all'ultimo minuto permette di creare velocemente un aperitivo stuzzicante o un'entrè veloce. Questa ricetta è nata proprio così.. c'erano gli asparagi cotti un po' di ricotta del buon formaggio e una spolverata di mandorle.. stesi gli ingredienti infornato e velocemente spazzato via... 1 rotolo di pasta sfoglia una dozzina di aparagi lessati 250 gr di ricotta 2 cucchiai di latte 50 gr di grana grattugiato sale e pepe un pugno di mandorle a scaglie olio Amalgamare la ricotta con il latte e il formaggio ottenendo una consistenza cremosa, regolare di sale e pepe. Stendere sopra la sfoglia la crema ottenuta e disporre a raggiera gli asparagi, spargere le mandorle a scaglie e un sottilissimo filo d'olio. Infornare e servire tiepida.

sabato 26 marzo 2011

Meat ball Le polpette sono il piatto che mette tutti d'accordo... le polpette sono il piatto più semplice del mondo eppure... hanno un fascino tutto loro morbide saporite..e facilissime da preparare! Ho imparato da grande a mangiarle... stranamente non sono un piatto della mia infanzia.. ma sicuramente lo sono di quella dei miei figli... Sono infatti uno di quei ricordi che spero rimarranno nella loro mente.. perchè quando le prepariamo è un momento tutto nostro! 400 gr di macinato di vitello 1 spicchio di aglio schiacciato 1 carota grattugiata 1 gambo di sedano grattugiato 70 gr di grana padano 1 uovo prezzemolo timo noce moscata sale e pepe pane grattato qb 3 cucchiai di olio 300 gr di passata di pomodoro In un recipiente unire alla carne l'aglio l'uovo la carota e il sedano e iniziare ad impastare, aggiungere quindi il grana assieme a timo prezzemolo noce moscata sale e pepe. Regolare la consistenza con il pan grattato in modo da ottenere un impasto morbido ma compatto. Formare delle piccole palline di circa 4 cm di diametro e rotolarle in un po' di pan grattato lasciato da parte, rosolare le polpette nell'olio caldo da entrambi i lati e solo quando sono ben colorite aggiungere il pomodoro e lasciare cucinare per almeno una ventina di minuti facendo restringere la passata e facendola insaporire con il profumo squisito delle polpette!!