sabato 30 gennaio 2010

Dolce di mele&pere allo zenzero&arancia






Ci sono giorni che abbiamo bisogno di coccole... e anche se la nostra immaginazione può iniziare ad immaginare cioccolata, creme e burro....questa volta ho trovato il modo di farlo in maniera light... è stato tutto frutto della casualità... perchè penso che quando si ha bisogno di una coccola... non si debba pensare a calorie.. altrimenti che piacere c'è?? ma questa ricetta è piena e allo stesso momento leggera... sarà merito della sua favolosa nota aromatica completato dalla sua morbidezza ...che fa sprofondare il cucchiaio in un cuore di frutta ricoperto da uno strato di mandorle croccanti.

110 gr di farina 0,8 dl di latte 1uovo 2 mele 2 pere non troppo mature 80 gr di zucchero 1 cucchiaino di zenzero grattugiato due pizzichi di polvere di arancia mandorle a scaglie

Unire in una terrina l'uovo con lo zucchero, montare bene con le fruste e unire il latte. Aggiungere pian piano la farina e mescolare ottenendo un composto omogeneo. Aggiungere le mele e le pere a pezzettini assieme allo zenzero e la polvere d'arancia. Imburrare 6 pirofile monoporzione o una grande, e versare il composto spolverizzare con le mandorle a scaglie. Infornare a 180°C per 20 minuti circa. Si possono servire sia caldi che freddi.


giovedì 14 gennaio 2010

Ventagli di broccoli







Mi piace e mi è sempre piaciuto giocare con la pasta. I bimbi ogni volta che si fa la pizza riescono a scucirmi una pallina per sperimentare i mille taglia biscotti che via via compriamo. In fondo basta un po' di fantasia e l'accoppiata pasta pizza-ripieno mi piace , sopratutto quando gli ingredienti sono ben bilanciati e tirando una sfoglia sottile si gioca con le mani e le decorazioni.


Questi ventagli vengono propio bene e si possono personalizzare facilmente utilizzando ciò che si ha a portata di mano, in questo caso broccoli ma vengono divini anche con puera di piselli e pecorino.


Essendo una ricetta del riciclo vado un po' ad occhio, si prende una palla di pasta della pizza io adoro questa ricetta qua, si tira fine con il mattarello formando un rettangolo. Si stende la verdura prescelta dopo averla lessata e passata in padella per far perdere l'acqua in eccesso. Dopo di chè si iniziano ad arrotolare entrambi i lati lunghi fino ad ottenere dei rotolini che ricadono al centro. Procedere tagliando e disponendo in una teglia rivestita da carta oleata spolverare con parmigiano e semi di papavero.

Infornare per una quindicina di minuti a 180°.

martedì 12 gennaio 2010

Ri-cominciamo.....



E' una vita che non sto un po' al computer e se mi è capitato di vederne uno acceso la mia visita è stata fugace... diciamo le vacanze di Natale le ho prese come un vero relax!

Cucinare si è cucinato tanto e ... anche mangiato... ma è stato una sorta di cose fatte tra me e me... qualche nuova scoperta che a breve riproporrò nel blog e tanta ma tanta tranquillità... ora è proprio ora di ri-cominciare....
tra meno di cinque giorni inizio il mio nuovo lavoro e sinceramente non vedo l'ora...
Quest'anno come non mai mi ritrovo proprio piena di buoni propositi e un sacco di cose da sbrigare prima di lunedì! Quelle cose che in fondo in fondo si rimandano sempre... quelle che si ma dai prima o poi le faccio... ora sono proprio in zona cesarini....e con l'acqua alla gola mi ritrovo a sbrigare mille facende che non troeranno altro posto nella nuova vita.... tra quei buoni propositi c'è anche quello di rinizaire a scrivere.... e a leggere tutti i blog e gli arretrati di persone molto ma molto meno pigre di me ... che non si sono fatte prendere la mano dalla calma vacanziera...
Oggi per iniziare bene ho preparato una cosa deliziosa.... una di quelle che erano in testa da molto forse troppo tempo... e ora sono proprio fiera del mio mezzo vasetto di polvere d'arancio che custodisco come l'oro!!! Che accompagnano divinamente insalate e aromatizzano delicatamente cioccolata e tè...
il risultato non è difficile da ottenere ci vuole solo un pochino di pazienza... ma la soddisfazione finale vi assicuro è garantita!!!
Si prendono 2 Kg di arance non trattate e bio si lavano e si asciugano, con un pelapatate si asporta la buccia e si mette in una placca da forno rivestita con carta oleata. Inforniamo il tutto per circa 4 ore a 80° C e solo quando si spezzeranno facendo un lieve rumorino le bucce saranno pronte ad essere passate nel cutter per ridurle in polvere. Assicurarsi che siano proprio ben secche altrimenti non si conservano! Mettere in un barattolo e conservare lontano da luce e calore.
La ricetta vaga nel mondo della blogsfera da molto tempo... io ho seguito quella riportata da le cuoche dell'altro mondo... che spero non si offendano per aver rubato lo sfondo nero... ma il lastrone della mia cucina nuova faceva faceva proprio al caso mio e di queste coloratissime arance!;-)