lunedì 30 novembre 2009

Briciole di pane e di bontà!






Questa raccolata appena scoperta.......e presa al volo!







Mi piace l'idea di donare un pezzo di se per qualcosa di buono in un mondo sempre di più chiuso nel proprio io.

Aderisco con questa ricetta estiva... che è la regina del riciclo.. per lo meno da queste parti!

http://panevinoetzucchero.blogspot.com/2009/09/panzanella-new-generation-anche-se.html#links

Ringrazio Alberto per l'iniziativa e l'impegno!

sabato 28 novembre 2009

Ricordi d'estate....





Scusate ma l'estate di San Martino non doveva durare 3 giorni e un pochino???? Qua anche oggi una temperatura strabiliante e a parte i bulbi che sono impazziti fuori nel balcone... mi trovo a pensare che con queste temperature non si può mangiare spezzatino e ribollita..... per fortuna c'è ancora traccia dell'estate appena passata... che se da un lato mi ha visto totalmente assente dal blog... causa traslochi vari.... non mi ha impedito di mettere al riapro qualche delizia... da poter rispolverare e gustare durante l'inverno....

Questi peperoni sono stati preparati in una torrida giornata... ma poco importa ... ora rimane solo il gusto di assaporarli.

2 peperoni
1 spicchio di aglio
olio
sale
prezzemolo

Lavare i peperoni e metterli in una pirofila in forno a 200°C per una ventina di minuti facendo attenzione a girarli di tanto in tanto. Estrarli e ancora caldi inserirli in una busta da freezer chiudere bene e lasciare raffreddare.

Una volta freddi sarà facile eliminare la buccia e i semi. Riporre in vaschette in freezer. Una volta scongelati condire con olio evo (in questo caso nuovo) aglio a lamelle sale e prezzemolo.

mercoledì 25 novembre 2009

Lasagna vegetariana






Continaunado il discorso di qualche giorno fa... quest lasagnette fanno proprio a caso nostro... vegetarianissime e se vogliamo anche adatte per gli intolleranti all'uovo visto che uovo non ce n'è!!!! E allora??? è stato bello immaginare questi sottili, ma non troppo, strati cotti ma ancora croccanti... con un sapore così forte ma allo tesso tempo delicato... non voglio sottoporre nessuno ad un indovinello ma vi assicuro la riuscita del piatto e lo stupore per il suo gusto avvolgente...unico compromesso che si deve raggiungere è aspettare l'indomani per assaporarne tutta la delizia!


1 sedano rapa di medie dimensioni
mezzo lt di latte
2 cucchiai di burro
2 cucchiai di farina
50 gr di parmigiano
50 gr di groviera grattugiato
sale
pepe
noce moscata
pane grattugiato


Preparare una besciamella con il burro e il latte e un paio di cucchiai di farina ottenendo una consistenza abbastanza corposa.Lavare e sbucciare il sedano rapa. Tagliarlo a fette con una mandolina dello spessore di 3-4mm circa. Ridividere ogni fetta in due come per ottenere una semiluna. Immergerli in acqua bollente salata e farle cuocere 4 minuti. Scolarle bene e disporle a strati alternate con besciamella parmigiano groviera e una spolverata di noce moscata in una teglia (dai bordi alti) imburrata e impanata. Concludere con uno strato di formaggi e un velo di pane grattugiato irrorato da un filo d'olio. Infornare per una mezz'oretta e lasciare riposare. Da fredda tagliare a fette e riscaldare di nuovo prima di servire.

lunedì 23 novembre 2009

Crema di carciofi



Ogni tanto mi sembra che questo blog sia diventato un filo vegetariano... se prendo a rassegna infatti l'indice delle mie ricette... non trovo molto affollamento nel reparto carni... ma dopo essere ieri stata a vedere il film Julie&Julia e aver visto la famosa anatra disossata... sento che una carenza in fondo ce l'ho... ma in fondo sono anche dell'idea che le passioni vadano coltivate in quanto tali... e se sono vere.... perchè ci devono essere delle imposizioni???? io non ce la farei a disossare un anatra... ognuno ha i suoi limiti... si sa!!! Quindi preferisco tornare al piacere della cucina... e continurare con le mie verdurine..

ecco quindi una goduriosa e sfiziosa da tenere sempre a portata di mano... una bella cremina di carciofi da spalmare sul pane tostato....magari con l'aggiunta di un buon salume... oppure per i vegetariani con una bella scaglia di parmigiano....


1 kg di cuori di carciofo (Circa una dozzina)
2 limoni
2 dl di olio evo
Erbe provenzali (timo, maggiorana, origano)
Sale
Pepe
2 foglie di alloro

Pulire i carciofi eliminando le foglie esterne e le barbette interne se presenti. Immergerle in acqua acidulata dal succo del limone. Trascorsa un’oretta scolare i carciofi e cuocerli in acqua salata con l’aggiunta del succo di un altro limone e le erbette provenzali (timo,maggiorana, origano) l'alloro qualche grano di pepe e uno spicchio di aglio per circa una decina di minuti. Trascorsi i quali scolare e frullare con il minipimer fino a ridurre il tutto in purea.
Riempire 5 vasi da 150 ml ricoprire con un filo d’olio evo e chiudere. Far bollire per mezz’ora coperti d’acqua e lasciarli immersi fin quando non sono raffreddati.

domenica 22 novembre 2009

Facciamoci una coccola??



Lo stress ci logora e spesso la colazione il momento cardine della nostra giornata viene tralasciato o dimenticato... in questo periodo di grande riflessione della mia vita sto riacquistando il piacere di fare le cose con calma... so che non potrà durare in eterno... ma allo stesso tempo va vissuto il quotidiano e riscoprire certi momenti di certo da veramente una carica in più...

Ho riscoperto quindi una serie infinita di piccole leccornie in veste muffin che con un cuore morbido e aromatico accompagnati da un buone tè assicurano una coccola mattutina che da spirito nuovo alla giornata.. e poi ho scoperto una cosa fighissima... il muffin nella sua semplicità quando viene congelato e poi scongelato direttamente in forno non perde affatto la sua fragranza... e così aprendo il mio freezer...si trova veramente una grande varietà di abbinamenti...in base all'umore posso scegliere cosa mangiare!!!


Questi sono la versione ricotta e lamponi....
a breve rispolverando il freezer arriveranno nuove versioni....

200 gr di farina
250 gr di ricotta
150 gr di zucchero
100 gr di burro
2 uova
150 gr di lamponi
1 cartina di lievito

Montare le uova con lo zucchero e il burro aggiungere la ricotta e la farina con il lievito setacciato. Ungere la teglia dei muffin con un poco di burro e mettere un cucchiaio abbondante di impasto per stampo disporre 3 lamoni per ciascun muffin e ricoprire con il restante impasto.
Infornare a 180°C per una ventina di minuti.


Partecipo alla raccolta promossa da pan di panna...muffins mania direi strepitoso!!!!


giovedì 19 novembre 2009

Cipolline ai chiodi di garofano

con pane alle castagne




Scusate il ritardo... è l'ora di pubblicare un po' di quelle ricette rimaste in attesa... semplicemente per pigrizia...sono reduce da dei giorni molto intensi passati a cucinare con persone care... per un corso che si è svolto all'osteria le Civette...insomma quando si abbina la passione con l'affetto veramente ci si può dimenticare anche che c'è un blog da seguire....

Questa ricetta mi ha rapito il cuore... sono delle profumatissime cipolline ai chiodi di garofano accompagnate da un pane alle castagne che ne esalta gli aromi in maniera strepitosa!

per le cipolline

500 gr di cipolline pulite
2 cucchiai di miele
2 cucchiai di olio evo
2cucchiai di aceto balsamico
4 chiodi di garofano
1 pizzico di sale


Scaldare l'olio con i chiodi di garofano e aggiungere le cipolline, salare e far rosolare a fuoco vivo per circa 10 minuti. Aggiungere il miele e l'aceto facendo svaporare e continuare a cuocere per almeno altri 10 minuti.

per il pane

400 gr di farina di castagne
250 gr di farina 00
1 cubetto di lievito di birra
1 cucchiaio di olio evo
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di sale
1 rametto di rosmarino

Mescolare le due farine e aggiungere il sale e l'olio e gli aghi di rosmarino sminuzzati. Sciogliere il lievito in acqua tiepida con il cucchiaio di zucchero. Mescolare le farine con il liquido e impastare bene. Lasciare lievitare per un oretta circa in un luogo riparato. Impastare di nuovo e formare due pagnotte di pane, praticare una croce sulla parte superiore e lasciare lievitare un altra mezz'oretta.
Cuocere in forno a 220° C per una mezz'oretta.

Ripassare le cipolle in forno per scaldarle, se vengono preparate il giorno prima infatti sono molto più profumate, e servirle con fette di pane alle castagne.