sabato 23 maggio 2009

Quando fa caldo.....ci vuole un po' di pazienza...





Lascio un post brevissimo visto che sto partendo per qualche giorno di relax....
un post che in questi giorni ci vuole proprio...visto le temperature folli delle città....
é nato da un po' di idee prese qua e la per i blog... e trasformati per una sfida con mia figlia che adora quei ghiaccioli pieni di colori a dir poco alieni... una sfida per farle mangiare qualcosa di veramente naturale... una bella granita di fragole bio con l'aggiunta dello sciroppo al gelsomino di Sigrid...ci vuole solo un po' di pazienza ma il risultato è garantito...


300 gr di fragole biologiche
200 ml di acqua
3 cucchiai di sciroppo di gelsomino


Frullare le fragole e aggiungere 200 ml di acqua e 3 cucchiai di sciroppo.Versare in una bottiglia di vetro con tappo a vite e mettere in freezer. Ogni 15/20 minuti agitare con cura. Continuare per circa 3 ore. ( o fin quando non si reputi la corretta formazione dei cristalli di ghiaccio che per una vera granita devono essere di piccolissime dimensioni)

12 commenti:

  1. In questo periodo mangerei fragole a colazione, pranzo e cena, quindi direi che questa è assolutamente da provare! Mi manca però lo sciroppo al gelsomino... perchè non trovo il gelsomino "autentico" ma solo quello "falso" i cui fiori a quanto pare sono tossici. Ma i fiori nella foto sono del gelsomino gelsomino???

    RispondiElimina
  2. Quando fa caldo ... ci vuole pazienza, sì, ma anche bevande rinfrescanti e la tua è da perfetta.
    Ho ammirato le tue ultime preparazioni che mi ero persa e le ho trovate una più interessante delle altre.
    Dove compri l'agar agar?
    Buon relax :-)

    RispondiElimina
  3. brava, una risposta intelligente! a me non piace il gelsomino (e tanto meno la vaniglia) perciò dovrò studiare qualcosa di alternativo per proporre qualcosa di simile....

    RispondiElimina
  4. Freschissima questa bevanda, perfetta per il caldo torrido a cui stiamo andando incontro!

    RispondiElimina
  5. Ci voleva proprio!!!quando fa caldo è un ottimo toccasana!!!
    Bravissima!!!
    Baci ...

    RispondiElimina
  6. Vieni un salto a giocare da me... ti aspetto... Diana

    RispondiElimina
  7. dopo avere letto tutte le tue squisitissime ricette,aspettiamo un imminente invito a cena..un bacio piovoso,baby e stefy dal melello

    RispondiElimina
  8. se la pazienda è attendere questo bel frullato mi metto in fila; gelsomino e fragole che abbinamento, mi piace

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutti per essere passati di qua...
    @Saruk io avevo appreso che ne esisteva uno velenoso dal sito del cavoletto.. ed era quello giallo.
    @Lenny io l'agar agar lo prendo al negozio di alimenti naturali...non l'ho mai visto negli altri supermercati..
    @barbara e stafania.... era l'ora che mi veniste a trovare almeno virtualmete...quando torno eccome se vi invito....

    RispondiElimina
  10. Proprio ieri chiacchierando con un amico ci chiedevamo come potessimo essere da bambini così attratti da quei colori assurdi...
    Brava mammina, pensaci tu.
    A presto,
    m.

    RispondiElimina
  11. Valentina, continuo a postare qua... sperando che tu legga.
    Per il gelsomino sul cavoletto diceva che anche il rincospermo è velenoso, e purtroppo il mio è di questo tipo, qua non sono proprio riuscita a trovare quello vero.
    Vedo che tu sei di Verona, io sono mezza veronese, il babbo è originario del Lago di Garda sponda veronese!!!

    RispondiElimina
  12. @SARUK credo che la nota sul rincosperma sia stata aggiunta in un secondo momento,.. ora mi assale il dubbio.... cerco di documentarmi meglio e poi ti faccio sapere... grazie...
    ps io sono toscana... trapiantata a vr da qualche anno... ciao V

    RispondiElimina