martedì 17 marzo 2009

Come pizzicano quelle ortiche!!!



















Da bambini era un classico... con l'arrivo della primavera essere punti dallo sfioramento delle ortiche e che fastidio!!! Oggi sono un qualcosa da recuperare assolutamente e da identificare come sane e depurativo.

Quindi cosa di meglio da fare che in una giornata calda e piacevole come domenica che armarsi di guanti di stoffa e vagare qua e la alla ricerca dei primi germogli di ortica....
...sisi ancora sono molto piccoli e teneri...unica raccomandazione andare a raccoglierli in zone poco contaminate.... anche se oggi non è così facile purtroppo....

tutta felice sono arivata a casa con il mio cestello di ortiche... e sono stata bravissima .. sono riuscita a non pungermi...le ho lavate in acqua fredda e come per magia hanno perso il loro potere irritante.... e le ho cucinate... vi propongo due versioni... fatte con la stessa base... una purea da consumarsi diluita ad hoc in versione zuppa e un mini cannolo ripieno con lo stesso composto...


crema di ortiche






200 gr di ortiche
1 scalogno
1 cuccchiaio di olio di oliva
1 patata media


Far soffriggere lo scalogno con l'olio, aggiungere le patate tagliate a cubetti e le ortiche. Far cuocere una ventina di minuti con un goccio di acqua.

Frullare il composto e regolare di sale.


Per la crema aggiungere un po' di acqua fino ad ottenere la consistenza desiderata... io l'ho lasciata piuttosto densa quasi simile ad un purè ;-))





cannoli all'ortica


6 cucchiai di crema di ortica
6 rettangoli di pasta sfoglia 10x5cm circa


Per i cannoli tagliare dei rettangoli di pasta sfoglia e disporre al centro un cucchiaio di crema di ortiche che in questo caso deve essere abbastanza densa... e avvolgere sul lato lungo la sfoglia. Infornare a 180° per una quindicina di minuti. Servire tiepidi.






4 commenti:

  1. ... ma tu sei un genio!!!!! la mangiavo ere fa la vellutata di ortiche, ma la compravo praticamente già pronta, che bontà! adesso non vedo l'ora di trovarne per farla ed è noto che se io passo dove c'è l'ortica le mie gambe se lo ricordano per giorni e giorni... non sono mai riuscita a non farmici del "male"... anche da adulta!! nel giardino di mia nonna ce n'era sempre e io ci finivo sempre nel mezzo!

    RispondiElimina
  2. @evelyne...ho la fortuna che i miei genitori abitano nella casa dei nonni... ed essendo in aperta campagna puoi immaginare i quantitativi di ortiche ... la cosa carina che i posti più rigogliosi sono ancora quelli della mia infanzia... forse per questo che per me l'utilizzo in cucina è stata veramente una scoperta!!!

    RispondiElimina
  3. Splendido! un tripudio di ortiche!!!!

    Allora mia cara, sono felice se ci vediamo venerdì nello spazio per l'arte Calycanthus!

    RispondiElimina
  4. occhio che domenica danno pioggia a trento!

    RispondiElimina