domenica 30 novembre 2008

Cipolline in agrodolce con pompelmo rosa



















Oggi ho ripescato questa, a mio parere, ottima ricettina dalla mia memoria... sinceramente non riesco a ricordare chi me l’ha suggerita… ma è un modo sicuramente alternativo di presentare un piatto molto semplice e comune, le cipolline in agrodolce e renderle colorate e profumate!! Questa volta ho messo in più i chiodi di garofano che danno una nota aromatica più accentuata!

700 gr di cipolline bianche piccole
3 cucchiai di olio

3 cucchiai di aceto balsamico
2 cucchiai di zucchero di canna
1 pompelmo rosa

3 chiodi di garofano
Sale

Pulire e lavare le cipolline , scaldare in una pentola l’olio e aggiungere i chiodi di garofano e le cipolline.Far cuocere per circa una decina di minuti mescolando con delicatezza ogni tanto ( in modo che le cipolle risultino cotte ma non sfatte)… quindi aggiungere lo zucchero e l’aceto a fiamma viva fare svaporare .
Pelare a vivo il pompelmo facendo molta attenzione a eliminare la pellicina bianca che risulterebbe amara ;-)), tagliarlo a pezzettini e aggiungere alle cipolline. Cuocere ancora per due minuti. Aggiustare con un pizzico di sale e servire tiepide







lunedì 24 novembre 2008

Torta di ricotta e cioccolato
















Mi piace un sacco la domenica a pranzo coccolare con una bella torta i mie piccoli e questa devo essere sincera credo che sia una delle loro preferite ;-))!
È una di quelle torte morbide morbide e molto semplice e gustosa…a prova di bimbi!!!


2uova
150 gr di zucchero
100 gr di burro
250 gr di ricotta
200 gr di farina
80 gr di gocce di cioccolato
2 cucchiai di cioccolato amaro in polvere
1 bicchierino di anice
1 bustina di lievito

Montare le uova con lo zucchero e il burro ammorbidito aggiungere la ricotta e l’anice e per ultimo la farina con il lievito setacciato. Una volta ottenuto il composto omogeneo aggiungere le gocciole. Imburrare uno stampo da torta e infornare a 180° per una mezz’oretta…Si può volendo guarnire con dello zucchero a velo…

venerdì 21 novembre 2008

Pasta sfiziosa ai broccoli

Il pesce è una mia ossessione... lo devo ammettere non sono una donna di mare.. non sono una grande cuoca di pesce... ma si deve osare per imparare... non mi sono cimentata certo in una ricetta difficile in particolar modo per quanto riguarda la pulizia e la lavorazione;-)) !!!
e così da questa "repulsione" che proprio repulsione non è...(visto che quando trovo una buona cena di pesce ben cucinata apprezzo a dovere...) è venuta fuori la pasta con i broccoletti in versione più sfiziosa....
400 gr di fusilli
300 gr di mazzancolle
un cavolo broccolo di medie dimensioni
olio
aglio
peperoncino

Lessare i broccoli in acqua salata scolarli e ridurli con la forchetta a purea. Scaldare l'olio di oliva in un wok con l'aglio e un peperoncino piccante sbriciolato, far saltare prima le mazzancolle per 3 minuti toglierle dal fuoco e nella stessa padella passare i broccoli facendo asciugare l'acqua di cottura eventualmente rimasta. Aggiungere il pesce e fare andare per qualche altro minuto con le verdure.
Lessare la pasta in acqua salata e una volta scolata farla saltare nel wok.
Distribuire nei piatti e condire con un filo di olio corposo a crudo, noi abbiamo usato l'ottimo olio della splendida area di Cortona ;-))!!




mercoledì 19 novembre 2008

Crostini di pollo pasticciato



















I "crostini..crostoni" e tutto quello che si può presentare steso in una bella fetta di pane fa certamente parte della mia tradizione.. da buona toscana infatti l'antipasto quello vero.. quello della domenica non è antipasto se non ci sono almeno 4-5 tipi di crostini diversi...quindi prima o poi dovevo tirare fuori dai meandri della mia memoria qualche ricetta di questo tipo... in genere non sono solita a presentarli tra gli antipasti mi piacciono cose meno tradizionali.. ma questa volta messi li come salsina da spalmare su un po' di pane tostato mi ispiravano e così li ho rifatti... devo dire sono sempre buoni...e poi superveloci e pratici da fare.

250 gr di petto di pollo
4 foglie di salvia
3 cucchiai di maionese
1 scalogno piccolo
Olio
Sale e pepe
Pane tostato

Far scaldare l’olio in una pentola con la salvia e fare rolsolare e cuocere il pollo da entrambi i lati
Aggiustare sale e pepe e lasciare raffreddare.
Nel frattempo pulire lo scalogno e frullare insieme pollo maionese e scalogno e salvia utilizzata nella cottura, fino ad ottenere una composto morbido e spalmabile.
Da servire spalmato o da spalmaresu pane tostato.

giovedì 13 novembre 2008


Coste tiepide all’arancia

Le coste sono secondo me una di quelle verdure proprio adatte ai ripieni… non le trovo così gustose da mangiare bollite come semplice contorno, ma oggi le avevo lì...già lessate in attesa di essere trasformate ma senza uno scopo preciso… e allora ho provato a vedere come poteva essere l’accoppiata con le arance.. bhè devo dire la verità… piatto leggerissimo ma sfizioso nel suo genere, ottimo con una fetta di pane nero… insostituibile!!

Una costa grande
2 arance
Olio
Semi di girasole

Semi di lino
Aceto di mele

sale

Lavare le coste e lessarle in acqua bollente e leggermente salata. Una volta cotte tagliarle a listarelle di due cm circa. Disporle tiepide nel piatto assieme alle arance pelate a vivo e condire con olio sale pepe e una spruzzata di aceto con l’apposito “spruzzino” e guarnire con dei semi di girasole e di lino leggermente tostati in padella.
Servire tiepide



giovedì 6 novembre 2008

Focaccia con erbette aromatiche e cannellini
















E' inutile tutto quello per cui mi devo sporcare le mani, impastare lavorare mi affascina, mi affascina vedere crescere quell'impasto aspettando con pazienza ..
L'operazione si ripete nel tempo, dallo sciogliere il lievito in acqua tiepida (non calda ;-))) per ridare vita a tutti quei microrganismi che aspettano di mettersi all'impazzata a lavorare.. e poi unire alla farina e impastare con energia... mi libera la mente e il corpo... ogni volta che ho bisogno di scaricare tensione me ne vado in cucina e inizio a fare una pasta lievitata..

Per la focaccia:
300 gr di farina manitoba
300 gr di farina 00
1 cubetto di lievito di birra
Sale
Zucchero
Acqua tiepida
Olio
Timo
Maggiorana
Rosmarino

Per i fagioli:
Fagioli cannellini lessati
Salvia
Cipolla olio limone



Preparare una focaccia con le due farine ben mescolate alle quali aggiungere il sale e il cubetto di lievito sciolto in acqua tiepida con un cucchiaio di zucchero. Impastare con energia e lasciare lievitare un’oretta lontano da correnti. Stendere poi la pasta su carta da forno e lasciare ancora lievitare per una mezz’oretta dopo di che spennellare con olio aromatizzato con rosmarino timo e maggiorana e del sale grosso, infornare a 170 ° per una ventina di minuti. Servire con fagioli cannellini ripassati in padella con cipolla salvia olio sale e pepe, fatti intiepidire e serviti con un po’ di succo di limone.
Crostata caramellata alle arance
e cardamomo















Questo dolce è nato da più teste.. eravamo in ufficio.. pausa caffè e discussione sulla frolla di una fantastica crostata che di lunedì fa sempre piacere... e viene fuori l'idea di una pasta che dentro di se abbia qualcosa di croccante e via con le madorle... e parte il discorso sulla farcitura... e cosa di meglio che mandorle+arance??... questo il risultato...

Per la pasta:
170 gr farina di farro
180 gr farina 00
2 uova
150 gr di burro
100 gr di zucchero
70 gr di mandorle a filetti


Per la marmellata:
5 arance di media grandezza
200 gr di zucchero
5 bacche di cardamomo

Lasciare ammorbidire il burro a temperatura ambiente, impastare lo zucchero le uova il burro ammorbidito le farine e le mandorle. Dopo aver ottenuto un impasto omogeneo lasciare riposare in frigo per una mezz’oretta.
Nel frattempo pelate a vivo le cinque arance cercando di eliminare del tutto la parte bianca che risulterebbe amara. Tagliarle a pezzetti abbastanza piccoli e metterle in una casseruola con lo zucchero fare andare a fiamma viva per un quarto d’ora avendo l’accortezza di mescolare frequentemente. Togliere le fette di arancia a fare asciugare il liquido rimasto per altri quattro minuti circa in modo che si caramellizzi.
Stendere la pasta in una teglia a cerniera e disporre le arance sulle quali versare il liquido ristretto, fare delle strisce di pasta e incrociarle sopra la crostata.
Infornare per 30 minuti a 180°.

sabato 1 novembre 2008

Insalata calda di tofu


















A volte è interessante cambiare… e mi sono fatta intrigare dal TOFU.. ero sinceramente un po’ scettica ma devo dire che la versatilità di questo “formaggio vegetale” è veramente incredibile, il sapore non troppo marcato risulta perfetto in abbinamento con le verdure per un pranzo diciamo così… salutare! Questa ricetta è nata così qualche settimana fa aprendo il frigo e trovando gli ultimi residui "estivi "già in parte cucinati...
Anche se siamo già in autunno questa stagione non sembra essere arrivata e a me continua ad arrivare dall'orto di mamma qualche buona verdura che sembra fuori luogo...
.. sinceramente anche se mi piacciono le stagioni vere ..quest'anno l'idea che l'estate si sia prolungata tanto non mi dispiace affatto ;-))!

100 gr fagiolini lessi
3 fette melanzane grigliate
100 gr Tofu
½ fetta di pane casereccio


1 cucchiaino di semi di lino
1 cucchiaino di semi di girasole
Sale,olio, aceto di mele
½ peperone lungo essiccato

50 gr di riso basmati

Mettere 1 cucchiaio di olio su un wok riscaldato e far rosolare le verdure tagliate a pezzetti, dopo un paio di minuti aggiungere il tofu tagliato a pezetti piccoli e far continuare a fiamma abbastanza alta in modo che prenda colore. Aggiungere il pane tagliato a tocchetti piccoli Spruzzare un po’ di aceto di mele meglio con l’apposito spruzzino in modo che non si ecceda.. Aggiungere in fine i semi e cuocere per un altro minuto. Servire con il riso lessato in acqua salata. Per ottenere la cupola mettere in una piccola scodellina e capovolgere. Disporre nel piatto e aggiungere il peperone tagliato a fettine.
Le dosi sono per una persona.